fbpx

Il nuovo impianto

Nel 2016 il frantoio si rinnova ancora e viene installato un impianto di ultimissima generazione a basso impatto ossidativo, un Cultivar 1000 dell’Azienda Mori TEM, leader di fama mondiale per la produzione di oli di altissima qualità.

Così nell’oleificio Gran Sasso le olive, una volta defogliate e lavate, vengono frante con frangitore a coltelli dotato di griglia con canali antiriscaldamento, di pulitore esterno nonché di inverter per la regolazione dei giri di frangitura. La gestione dell’ossigeno all’ingresso del frangitore ne caratterizza la lavorazione e costituisce un fattore molto importante che permette la formazione della lipossigenasi e quindi lo sviluppo degli aromi nell’olio.
Ugualmente importante, per la qualità finale del prodotto, è la gramolatura che avviene in gramole verticali chiuse e predisposte per effettuare una leggera depressione o lavorare sotto azoto. Il decanter orizzontale, che separa il liquido dal solido, per preservare la qualità dell’olio lavora a due uscite senza l’aggiunta di acqua e senza l’aumento di temperatura in estrazione.