fbpx

Il frantoio

Nel 2016 il frantoio si rinnova ancora e viene installato un impianto di ultimissima generazione a basso impatto ossidativo, un Cultivar 1000 dell’Azienda Mori TEM, leader di fama mondiale per la produzione di oli di altissima qualità.
Così nell’oleificio Gran Sasso le olive, una volta defogliate e lavate, vengono frante con frangitore a coltelli dotato di griglia con canali antiriscaldamento, di pulitore esterno nonché di inverter per la regolazione dei giri di frangitura. La gestione dell’ossigeno all’ingresso del frangitore ne caratterizza la lavorazione e costituisce un fattore molto importante che permette la formazione della lipossigenasi e quindi lo sviluppo degli aromi nell’olio.
Ugualmente importante, per la qualità finale del prodotto, è la gramolatura che avviene in gramole verticali chiuse e predisposte per effettuare una leggera depressione o lavorare sotto azoto. Il decanter orizzontale, che separa il liquido dal solido, per preservare la qualità dell’olio lavora a due uscite senza l’aggiunta di acqua e senza l’aumento di temperatura in estrazione.

Nel 2014 il Frantoio Gran Sasso si rinnova…

Entro l’avvolgente paesaggio montano del Gran Sasso, in un’area per la maggior parte ricompresa nell’omonimo Parco Nazionale, nel 2014 il Frantoio Gran Sasso si rinnova con il desiderio di far rifiorire una tradizione familiare ed allo scopo di ricercare ed ottenere la massima qualità del prodotto finale.

L’obiettivo principe dell’azienda è di produrre un olio di alta qualità mediante l’impiego esclusivo di drupe sane, non trattate con anticrittogamici, molite in tempi brevissimi e tutte provenienti da cultivar tipiche dell’entroterra abruzzese, ovvero da quel territorio che si estende dalla fascia collinare pedemontana sino alle pendici del Gran Sasso, in una zona ricompresa tra i 450 e i 700 mslm.

L:azienda nasce nel 1949 in un piccolo paese della comunità montana del  Gran Sasso a 415 metri di altitudine, Isola del Gran Sasso D’Italia. È proprio in questa area ricompresa nell’omonimo Parco Nazionale che oggi tre cugini, Lidia Mario ed Antonio gestiscono il Frantoio oleario di famiglia.
La passione ereditata dal Nonno Antonio trapela già in campo, dove i tre soci si dedicano con passione alla coltivazione e conduzione degli ulivi, curandone la potatura ed ogni fase agronomica degli impianti di famiglia.